Category: abiti

Abiti Oscar 2016, i look delle attrici sul red carpet: la marca dei vestiti più belli

abiti-oscar-2016

abiti-oscar-2016

Come ogni cerimonia degli Oscar che si rispetti, anche quella appena conclusa ha avuto come protagonisti il cinema e gli abiti indossati dagli attori. Chi ha vestito chi? Quali sono stati gli abiti più belli del red carpet? Ecco le attrici che, con i loro splendidi abiti, ci hanno fatto sognare un po’. Da Cate Blanchett e Charlize Theron fino a Jennifer Lawrence e Lady Gaga.

Vincitori Oscar 2016, le attrici protagoniste della serata

Quella di ieri sera è stata, finalmente, la notte di Leonardo Di Caprio. Dopo sei candidature, finalmente l’attore ha potuto stringere tra le mani la statuetta degli Oscar grazie a suo ruolo come Attore Protagonista in The Revenant. Ma quali sono stati gli abiti più belli del red carpet? Abbiamo dato un’occhiata ai look più belli ed ecco quali sono state, secondo noi, le attrici meglio vestite degli Oscar 2016.

Oscar 2016, i look più belli sul red carpet: marca abiti attrici

Stupenda Kate Winslet in Ralph Lauren, che ha fatto il suo arrivo al Dolby Theatre insieme a Leonardo Di Caprio. Stupenda anche Charlize Theron, che ha incantato tutti con il suo magnifico abito rosso firmato Christian Dior. Anche Jennifer Lawrence ha scelto di indossare un abito firmato dalla maison d’alta moda francese. Impeccabile anche Cate Blanchette, che ha indossato un abito ricamato con stupendi fiori firmato Armani Privè. Stessa maison anche per Naomi Watts, che ha indossato un abito blu rivestito di paillettes. Altri look degli di nota sono quelli di Lady Gaga, in Brandon Maxwell, e Julianne Moore, in Chanel Haute Couture. Ultimo look che ci sentiamo di includere nei più belli della serata, quello di Olivia Wilde: l’attrice ha indossato uno splendido abito di Versace.

Secondo voi qual è stata la meglio vestita della serata? Avete dato un’occhiata anche voi agli abiti indossati dalle attrici sul red carpet della cerimonia degli Oscar 2016?

Leggi anche: IL DISCORSO DI LEONARDO DI CAPRIO VINCITORE DEGLI OSCAR 2016

Photo| instagram.com

Abiti Oscar 2016, i look delle attrici sul red carpet: la marca dei vestiti più belli

abiti-oscar-2016

abiti-oscar-2016

Come ogni cerimonia degli Oscar che si rispetti, anche quella appena conclusa ha avuto come protagonisti il cinema e gli abiti indossati dagli attori. Chi ha vestito chi? Quali sono stati gli abiti più belli del red carpet? Ecco le attrici che, con i loro splendidi abiti, ci hanno fatto sognare un po’. Da Cate Blanchett e Charlize Theron fino a Jennifer Lawrence e Lady Gaga.

Vincitori Oscar 2016, le attrici protagoniste della serata

Quella di ieri sera è stata, finalmente, la notte di Leonardo Di Caprio. Dopo sei candidature, finalmente l’attore ha potuto stringere tra le mani la statuetta degli Oscar grazie a suo ruolo come Attore Protagonista in The Revenant. Ma quali sono stati gli abiti più belli del red carpet? Abbiamo dato un’occhiata ai look più belli ed ecco quali sono state, secondo noi, le attrici meglio vestite degli Oscar 2016.

Oscar 2016, i look più belli sul red carpet: marca abiti attrici

Stupenda Kate Winslet in Ralph Lauren, che ha fatto il suo arrivo al Dolby Theatre insieme a Leonardo Di Caprio. Stupenda anche Charlize Theron, che ha incantato tutti con il suo magnifico abito rosso firmato Christian Dior. Anche Jennifer Lawrence ha scelto di indossare un abito firmato dalla maison d’alta moda francese. Impeccabile anche Cate Blanchette, che ha indossato un abito ricamato con stupendi fiori firmato Armani Privè. Stessa maison anche per Naomi Watts, che ha indossato un abito blu rivestito di paillettes. Altri look degli di nota sono quelli di Lady Gaga, in Brandon Maxwell, e Julianne Moore, in Chanel Haute Couture. Ultimo look che ci sentiamo di includere nei più belli della serata, quello di Olivia Wilde: l’attrice ha indossato uno splendido abito di Versace.

Secondo voi qual è stata la meglio vestita della serata? Avete dato un’occhiata anche voi agli abiti indossati dalle attrici sul red carpet della cerimonia degli Oscar 2016?

Leggi anche: IL DISCORSO DI LEONARDO DI CAPRIO VINCITORE DEGLI OSCAR 2016

Photo| instagram.com

Stampe grafiche sui vestiti: abiti di tendenza della prossima stagione

stampe-abiti

stampe-abiti

Le stampe della collezione Autunno Inverno 2015/16 di CO|TE ci trasportano in un universo fatto di colori suggestivi e di design ispirati al mondo botanico e minerale.

Le stampe, declinate nelle varianti micro e macro, impreziosiscono i capi della collezione: Botanical Disco, per grafismi ad effetto floreale, e la stampa Fossil Flower, che riproduce fiori mineralizzati nella roccia, rielaborati graficamente e declinati in blu, lilla, bianco, arancio e fuxia.

Gli abiti CO|TE, perfetti per una donna moderna e sicura di sé, diventano un must have della stagione.

Suburra al cinema: gli abiti che indossa Giulia Elettra Gorietti (Sabrina) sono firmati Federica Pittaluga

GIULIA-ELETTRA-GORIETTI-ABITO-FEDERICA-PITTALUGA-SUBURRA

GIULIA-ELETTRA-GORIETTI-ABITO-FEDERICA-PITTALUGA-SUBURRA

Federica Pittaluga, stilista dall’innato talento e dalla grande creatività, ha vestito la famosa attrice italiana Giulia Elettra Gorietti in tutte le scene del nuovo film “Suburra”, diretto da Stefano Sollima (già regista della serie Gomorra e Romanzo Criminale) e tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo.

Giulia, una delle protagoniste del film, interpreterà Sabrina, una escort di lusso attraente e terribile che la vedrà al fianco di attori famosi come Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola e Alessandro Borghi. I capi, disegnati e realizzati appositamente dalla designer per l’attrice, rappresentano alla perfezione il suo ruolo: quello di una donna libera da ogni regola.

La storia di “Suburra” racconta dell’intreccio fra politica, ambienti ecclesiastici, il sottobosco in cui si muovono mafia, corruzione, riciclaggio di denaro, droga e prostituzione. La scelta di Giulia Elettra Gorietti da parte del regista è nata grazie alle grandi doti dell’attrice che, dopo aver letto il libro “Suburra” durante una vacanza in California, si era appassionata alla storia. Affascinata dal personaggio di Sabrina, decise di fare un auto-provino, dando una sua personale interpretazione attraverso un monologo che stupì il regista tanto da scegliere l’attrice per interpretarne la parte. «…La storia raccontata in Suburra è molto attuale… era da tempo che desideravo fare un film così: tanto complesso quanto reale», dice l’attrice riferendosi all’attuale inchiesta “Mafia Capitale” che ha travolto Roma.

L’attesissimo film “Suburra” è uscito il 14 ottobre in tutte le sale cinematografiche.

Abiti Bon Ton per l’estate 2015: i modelli di tendenza

abiti-bon-ton-flavio-castellani

abiti-bon-ton-flavio-castellani

Gli Anni ’70 e ‘50 fanno da fil rouge a tutta la collezione P/E 2015 di Flavio Castellani: colori, forme, vestibilità e materiali rievocano la spontaneità delle icone bohemien e l’intramontabile eleganza delle dive d’altri tempi.


La donna di Flavio Castellani è spensierata, una contemporanea figlia dei fiori che ama vestirsi con nonchalance di tonalità calde e solari, divertendosi con nuance pastello come l’azzurro Tiffany, il giallo limone, il rosa Candy che ravvivano abiti da cocktail e da sera, mentre pizzi e sensuali trasparenze aggiungono un tocco di raffinata seduzione ad ogni creazione.

Vestiti con stampe grafiche e fiori: le nuove tendenze dell’estate 2015

cote-tendenze-estate

cote-tendenze-estate

Se il color block è la chiave di lettura, sono le stampe che dettano il ritmo della collezione di CO|TE: in versione micro e macro sono una rilettura grafica di elementi rubati alla natura.

L’“island print” si presenta in una doppia veste cromatica: se da un lato il bianco puro fa da sfondo a piccole isole rosse e acquamarina, dall’altro è il blu elettrico che diventa la tela su cui spiccano l’arancio e il bright white. Fiori dai colori accesi e dalla grafia decisa sbocciano su abiti a trapezio, pantaloni e gonne. Le isole e i fiori prendono vita in 3D grazie a ricami che impreziosiscono i capi e ad applicazioni in plexi o in perline.

Il Grande Gatsby su Canale 5 e gli abiti anni 20 disegnati da Prada

abiti-grande-gatsby

abiti-grande-gatsby

Su Canale 5 va in onda Il Grande Gatsy di Baz Luhrmann, uscito nei cinema due anni fa e che vede come protagonista Leonardo Di Caprio. Un film che, con gli abiti, i gioielli e le location scelte, si classifica come uno dei più glamour degli ultimi tempi. Diamo un’occhiata ai costumi, disegnati per l’occasione da Miuccia Prada e dalla costumista Catherine Martin.

Gli abiti sono stati oggetto di una mostra itinerante che, nel 2013, ha toccato città quali New York e Tokyo: l’esposizione prese il titolo di “Catherine Martin and Miuccia Prada Dress Gatsby” e ha combinato abiti da sera, vestiti, cappelli, calzature e gioielli utilizzati sul set del film.

Il Grande Gatsby, inoltre, ha inaugurato la 66esima edizione del Festival del Cinema di Cannes. La pellicola, inoltre, si è aggiudicata due premi Oscar nel 2014 come Miglior scenografia a Catherine Martin e Beverley Dunn e Migliori costumi a Catherine Martin.

Gli abiti sono stati creati con la collaborazione di Miuccia Prada che si è resa conto che le sue collezioni di Miu Miu e Prada avessero un’ispirazione decisamente anni ’20. Per questo motivo i costumi le sono apparsi assolutamente attuali con le loro paillettes, pellicce colorate, velluto e cappelli meravigliosi, scarpe chic e diamanti.

La stessa stilista, in un’intervista rilasciata in occasione dell’uscita del film, ha raccontato: “La cosa più curiosa è che nessuno dei miei abiti era stato pensato per essere un costume anni Venti: il suo film li ha resi più anni Venti delle immagini d’archivio! Negli anni Sessanta, quando mi sono formata, il cinema era un parte talmente importante della mia crescita! Lo seguivo assiduamente insieme al teatro. La mia ricerca sull’arte è arrivata dopo.”

NELLA GALLERY QUI SOTTO TROVATE LE FOTO DEGLI ABITI DEL GRANDE GATSBY

Anticipazioni tendenze moda donna Autunno Inverno 2015: le proposte di Uel Camilo

uel-camilo

uel-camilo

In un dialogo continuo tra stile classico e dettagli moderni, la collezione di Uel Camilo Autunno Inverno 2016 disegna una femminilità forte, decisa, eclettica; seducente e sensuale per natura, spontanea e mai costruita.

Protagonista incontrastato il jacquard che, grazie a lavorazioni particolari, assume una forma sempre diversa e diventa camaleontico confondendosi con le stampe, creando giochi ottici dalle sfumature uniche, sottilmente drammatiche. Trait d’union di questa liason tra grafismi e texture à l’asimmetria amplificata dalla scelta del color block e dalle forme scivolate, sottilmente aristocratiche.

Le linee dei modelli sono morbide, si arricchiscono di dettagli tecnici e sono contaminate da un gusto leggero per il decorativismo che dà vita a una nuova opulenza. Il nero disegna linee geometriche ammorbidite dalle iridescenze dei tagli e delle trasparenze, con un accenno di dettagli tecnici ad accentuare, per contrasto, la femminilità.

Le proporzioni sono decise, i tagli improvvisi; le scollature e i giochi di vedo-non-vedo accentuano l’eleganza. Per raccontare, con ogni modello, un’interpretazione deluxe in cui esplode il rosa pastello, in una dicotomia ricercata tra lo stile sartoriale e un gusto strong più urbano. Total pink abbinato a lavorazioni jacquard che esplodono nelle lunghe gonne a vita alta; nei dress dalle silhouette definite al limite del geometrico; nei panta-double, che esaltano la contemporaneità.

La donna di Uel Camilo ama le linee asciutte, i giochi di volumi e le cromie inattese: cosi le texture pregiate vengono lavorate con tecniche innovative che regalano effetti inattesi e di grande impatto. La pelle, in primis, che gioca sugli abiti iperfemminili spezzati da inserti di trasparenze; nel piccolo trench in cui il carattere rigoroso è interrotto da bande laterali di tessuto fluo; con pattern di forte impatto per le stampe in 3d che danno luce ai pants rock style.

Stampe, stampe e ancora stampe con jacquard a metà tra l’etnico e l’animalier si declinano sui capi essenziali del guardaroba femminile in cui i must have sono i minidress poetici. Lavorazioni artigianali unite al colore giallo shock ridisegnano le silhouette degli abiti traforati con pizzo e con intarsi in pelle; trench e panta in seta dalle nuove proporzioni diventano dettagli di stile. Nuova lunghezza sopra il ginocchio per i cocktail dress multicolor; gli abiti lunghi sono aperti da tagli profondi e illuminati da ricami di paillettes iridescenti per accentuare una sensualità consapevole ed essere dei veri gioielli di sartoria.